mercoledì 16 settembre 2015

I generi musicali semplici per il sistema ascoltaepentiti


Ho passato diverse settimane ad ascoltare dischi di svariati generi musicali per cercare la musica più semplice possibile compatibile con l'ascolto chiaro.

Sono arrivato ad un paio di punti fermi:

1) la categorizzazione delle vecchie liste per orecchio moderno ed antico contiene diversi errori. Innanzitutto le liste sono piene di musica scura, quindi la lista per orecchio moderno contiene sia celeste che blu. E parallelamente la lista per orecchio antico contiene anche musica rossa (oltre a rosa). Inoltre la lista per orecchio moderno contiene diversi ibridi che quasi sicuramente stimolano più l'orecchio rosa che celeste.

2) alcuni generi (anche molto tecnici) come l'AOR, il new prog (Marillion, Flower's King, Spock's Beard, Transatlantic) e certo prog borderline (Pink Floyd, Rush), il soul, l'r&b, anche quelli più tecnici sono spesso musica leggera suonata molto bene (BLU) o a volte minimalismo (ROSSO) o vari ibridi di minimalismo e musica leggera.

3) è possibile creare una sommaria scala di energia di ascolto (cioè fatica e partecipazione attiva all'ascolto) partendo da 1 per il rosso e sommando 6 punti per ogni spostamento in verticale e 3 punti per ogni spostamento in orizzontale quindi --- ROSSO 1, BLU 4, ROSA 7, CELESTE 10.

4) nella topologia del diagramma il blu è leggermente sfasato in verticale rispetto al rosso perché il fatto stesso di prevedere una base di armonia tonale, rende la musica blu leggeremente più polifonica della musica rossa. In pratica il Blu è un poco più chiaro del rosso. Inoltre così come esiste la strettoia verso la punta quando la complessità aumenta (cioè musiche rosa molto stratificate e musiche celesti molto stratificate tendono a somigliarsi) così vale anche quando la musica diventa molto elementare o semplice. Quando c'è molta "ciccia" non c'è una direzione privilegiata di ascolto (orizzontale o verticale), così come non c'è quando c'è pochissimo materiale. Mi viene in mente certa musica da discoteca o pop radiofonico che è difficile assegnare al blu o al rosso. In pratica così come possiamo definire della musica bianca, cioè talmente chiara che non si distingue il colore, si può anche considerare una musica nera, talmente scura appunto che non se ne capisce il colore. Certo rap o musica da discoteca per esempio.

Torniamo a bomba:

il genere più semplice di musica chiara è il reggae (musica rosa, vagamente ibridata al blu). La dub invece è scura (rossa o blu). Il calypso anche sembra rosa.
Così come il blues (sia elettrico che acustico - e folk simile al blues, ad esempio il bluegrass) è anche rosa. La musica tradizionale celtica ( e gran parte della new age più tecnica) anche si può considerare rosa.
Un esempio di musica celeste semplice è la canzone napoletana ottocentesca.


Ho fatto delle prove, diverse ore di ascolto random di musiche caraibiche e blues a caso produce uno stato di ascolto chiaro.

Nessun commento:

Posta un commento