lunedì 27 luglio 2015

Antò fa caldo

Fa caldo e non c'è proprio il mood per fare esercizi ;)

Suggerisco una routine estiva per chi vuole accedere alla musica rosa ed alla musica celeste, indicando i due musicisti più semplici, rappresentativi di queste due filosofie di ascolto.

ROSA
Jimi Hendrix - Band of Gypsys



CELESTE
Paul McCartney - Flaming Pie




Il passaggio dall'uno all'altro (una volta finito il disco e raggiunto un equilibrio di ascolto) non è traumatico (il blues è la matrice comune di entrambi gli album), però comunque spiazzante.

La musica celeste agli orecchi di un ascoltatore rosa risulta noiosetta e viceversa.

In particolar modo, ad un celeste il primo disco apparirà leggermente dissonante e fuori tempo, viceversa il secondo all'ascoltatore rosa apparirà piatto e monotono ritmicamente.


7 commenti:

  1. Se poi volete una cosa alla "famolo strano" potete ascoltarvi i Meshuggah (sono abbastanza convinto del rosa) al posto di Hendrix...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche i Mastodon, se vi garbano, sono un esempio di musica rosa facile

      Elimina
    2. I mars volta li vedo rossi, così come a volte rosso a volte blu il Giovannone Allevi nazionale.

      Rosa l'elegante Ludovico Einaudi, altro esempio di musica rosa facile.

      Altro esempio di musica rosa davvero elementare (più dei Beatles) è il Koln Concert.

      Elimina
    3. I led zeppelin, a parte qualche versione orchestrale di Kashmir, così come i primi dischi dei Floyd finiscono nel quasi. Non me l'aspettavo... pensavo ce la facessero.

      Rosa i Deep purple (almeno i classiconi che conosco).

      Ok ora la smetto con il delirio classificatorio...

      Elimina
    4. Abbandonano il mondo della musica chiara anche i (almeno a me) simpaticissimi Muse

      Elimina
    5. Invece dischi celesti leggeri posso suggerire: Blue della Mitchell, Ritual groove di Donovan, qualunque cosa di Fagen/Steely Dan

      Elimina
    6. If on a winter's night di Sting anche disco leggero celeste

      Elimina