mercoledì 18 giugno 2014

La canzone perfetta

Io butto tutto il disco. 
Salvo solo i due minuti del solo di Howe nella title track.

Anonimo collezionista di dischi su internet

 Society’s Child by Janis Ian
is the best pop song ever

Leonard Bernstein

Molti divulgatori amano scegliere una canzone sola da studiare e consigliare a chi vuole imparare ad ascoltare la musica.

Leonard Bernstein scelse una canzone di una quindicenne sconosciuta e Paperback Writer dei Beatles.
Stefano Bollani scelse Here there and everywhere dei Beatles.

Anche io ho scelto una canzone per allenarvi a contare le linee.

L'esercizio consiste nel contare le linee del pezzo nelle varie sezioni.
Non vi spaventate se raggiungete nella prima parte (in cui si aggiungono) un numero ENORME.

E' proprio così: il numero è enorme (altrimenti non avrei scelto questo brano).

Tant'è che c'è un famoso stacchetto, un assolo per far riposare l'orecchio in cui le linee sono DUE.
Fate attenzione perché di solito lo stacchetto è considerato la parte "migliore" del brano.

Non me ne vogliano Zappa, Vai, Tim Buckley e gli altri raffinati compositori rock ma la canzone scelta è molto nazional-popolare:







Queen - Innuendo

2 commenti:

  1. A seconda di come la vostra testa "scompone" le parti di tastiera e batteria potete arrivare a contarne CINQUE o SEI linee.

    Anche nel solo se la vostra mente tratta indipendentemente la clave flamenca sono tre.

    RispondiElimina
  2. Ho ascoltato il pezzo: le linee sono facilmente identificabili, pure troppo! Per me le voci non devono rimanere cosi` distinte - pero` anche in Bach succede - ma amalgamarsi per creare una linea melodica superiore.

    Ad esempio come in questo settimino:

    http://youtu.be/LF6ySjM_L7k

    C`e` da dire che io comunque non riesco a distinguere piu` di tre linee contemporaneamente.

    RispondiElimina