venerdì 6 giugno 2014

I quattro colori del metal

Come al solito il vostro preferito e quello che amate di meno dovrebbero stare su una diagonale agli opposti:

STEVE VAI                  DREAM THEATER


KISS                             SLAYER

9 commenti:

  1. Ecco maestro faccia anche i quattro colori del jazz, non so quali sono i tre ma quello rosso lo darei sicuramente a Anthony Braxton, leggendo lodi sul libro di Zenni ho provato ad ascoltare questo
    https://www.youtube.com/watch?v=TjmRgsZDk0M
    E' uno scherzo vero? Alternativamente ripete le frasi 100 volte o emette rumori insopportabili, mah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema per moltissimi generi è trovare un blu rappresentativo xD

      Elimina
    2. Non è uno scherzo. Probabilmente è rosa quel brano che hai postato.

      Elimina
    3. Sun ra potrebbe essere il blu, certe cose di Zorn rosse, certe cose di miles davis rosa. Il fatto è che il 99% del jazz è celeste.

      Elimina
  2. Boh io faccio una fatica terribile ad ascoltarlo, non so se è un bene ahahaha Certo che se Zorn è peggio meglio tenersi alla larga :-S, chiaramente anche lui incensato ogni singola volta che rutt...volevo dire suona...ma quindi anche tra celeste e rosa c'è una bella differenza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, c'è una bella differenza.

      Diciamo che uno studente disciplinato dovrebbe gradualmente perdere sensibilità verso le altre 3.

      Elimina
  3. Ahhh ok, allora spero di essere sulla strada giusta! Per cancellare lo scempio che ho postato prima, posto questa
    https://www.youtube.com/watch?v=7jrnihGqumE
    un "delirio" di 14 minuti che mi manda in sollucchero.

    RispondiElimina
  4. Mai appassionati troppo i Dream Theater in verità e ho anche visto un loro concerto: scorrono, ma non mi ricordo una loro melodia. Forse è segno che sono catartici, come Bach.
    Nonostante ami il metal, comunque, non li ascolto mai, preferisco il technical thrash al prog (metal), a parte i virtuosi neoclassici che sono altra cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *mai appassionato.
      Comunque gli slayer mi risultano sempre più indigesti, a parte qualche canzone. Steve Vai sublime. Ormai sono sul celeste mi sa.
      Kiss? Mah...però I was made for loving you mi piace ahahah

      Elimina