venerdì 18 aprile 2014

Terzo livello quicksheet howto

THE END

There's a lady who's sure all that glitters is gold
And she's buying a stairway to third level


"So long and thanks for all the tips"
delfino alieno studente di ascoltaepentiti
"Ed alla fine del terzo livello giunsi"
Roland il pistolero, studente di ascoltaepentiti







Metodo operativo per raggiungere il terzo livello:

esercizio di start (2.5):  ascoltare per alcuni giorni solo Led Zeppelin, Megadeth* e Radiohead
esercizio di verifica (2.5): ascoltare per alcuni giorni solo Cream, Dream Theater**, King Crimson
esercizio di transizione*** (2.5-3.0): ascoltare per alcuni giorni solo Buddy Guy****, Steve Vai e Frank Zappa
esercizio finale (3.0) : ascoltare per alcuni giorni solo  Charlie Parker, JS Bach, Alban Berg


*se avete pregiudizi verso certe sonorità potete sostituire con Ludovico Einaudi, ma ho la piena convinzione che ascoltare Marty Friedman sia più utile. Un'altra sostituzione per questa casella è il gruppo rock inglese Muse.
** come sopra, se volete evitare il metal,  potete usare i Genesis da Trespass  fino a Seconds out compreso
***se non siete interessati al rock: esercizio di transizione alternativo (2.5-3.0): Louis Armstrong, WA Mozart, Gyorgy Ligeti
**** se non trovate materiale Santana è il sostituto ideale 


Il primo esercizio serve a forzare la transizione a 2.5.
Il secondo serve a consolidare la transizione a 2.5.
Il terzo a stimolare la transizione verso il 3.0.
Il quarto a forzare l'arrivo a 3.0.

Come al solito il mix contiene musica nera, musica bianca, musica "contemporanea".

Il primo terzetto è decisamente bizzarro, ma è collaudato e ha una sua logica. Gli artisti citati producono sistematicamente musica che si ascolta nel tempo (in cui quindi c'è una linea ed una voce che regge il pezzo dall'inizio alla fine), ma che è completamente priva di complessità verticale.
Che è l'essenza di quello che io considero ascolto 2.5, cioè ascolto al terzo livello ma il più semplice possibile, quel tipo di orecchio con cui si ascoltava il canto gregoriano o la musica dell'antica Grecia.

Ho avuto modo di vedere un concerto dei Radiohead ed è stato molto divertente osservare come il tipo con il caschetto nero cambiasse continuamente strumento, cercando di suonare i pochissimi suoni che potessero dare maggiore estensione temporale a quello che facevano gli altri, che probabilmente non hanno quel tipo di orecchio.
Nei Megadeth questo lavoro lo fa Marty Friedman, anche se David Mustaine non ne avrebbe bisogno, perché "funzionano" anche i dischi in cui Friedman non suona.
Già diverso è il caso dei Led Zeppelin in cui questo lavoro se lo dividono un poco tutti cantante, batterista e chitarrista. Più raramente il basso.

In ogni caso, a parte qualche eccezione in cui c'è dialogo, c'è una sola linea da seguire per ognuno dei brani del disco o del concerto che state ascoltando.




2 commenti:

  1. ti suggerisco di mettere questo video per "the end", è più yeah https://www.youtube.com/watch?v=Dv9QrDblKVA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. maledetti, non l'hanno fatto per la U o la Vita

      Elimina