lunedì 24 marzo 2014

Chiuso per ferie


Causa impegni inderogabili .... mi prendo una vacanza :)

10 commenti:

  1. Mi raccomando maestro, la aspettiamo presto!

    RispondiElimina
  2. Beh, alla prossima lettura allora.ù
    P.S.
    Perché hai postato questa... cosa... che ti è stato fatto di così terribile da volerti vendicare? (7°0°)7

    RispondiElimina
  3. ahahahaha il motivo credo sia: "è esattamente questo l'impegno improrogabile" ...
    e io che mi ero illusa...
    auhahuahua

    RispondiElimina
  4. Parlando di cose serie, oltre a tutti i mario e gli zelda possibili ed immaginabili ho recuperato uno straordinario bluray di Santana che presenta i 3 grandi del blues a Montreaux nel 2004. Prima avevo ascoltato solo gli estratti in cui c'era Carlos, adesso ho la sessione completa. Ed è consigliatissima, una goduria sia per le orecchie che per gli occhi.

    RispondiElimina
  5. Save a tutti! Bazzicando per di qua ho visto cose molto interessanti su questo forum, ma mi permetterei di dissentire su qualche aspetto...
    ad esempio, il fatto che mettiate tutte le produzioni musicali su un piano verticale, come se si trattasse di una gara a chi ce l'ha più lungo. Il fatto è che, secondo il mio punto di vista (dato che queste seghe mentali me le sono fatte anch'io...e in larga scala) non si può classificare la musica in questa maniera, anche se quello che si è detto lo condivido pienamente. Quindi, è vero che la bellezza estetica della musica colta non ha eguali (nemmeno nel jazz), ma è impossibile paragonare Mozart a un gruppo come, chessò, i radiohead. Ed è impossibile, non perchè l'uno è "qualitativamente" migliore dell'altro, ma perchè non ci azzeccano una sega. Non possiamo pragonare un pesce a un ragno perchè, benchè abbiano dei fattori comuni, sono due specie completamente diverse, che vivono in habitat diversi e hanno "consapevolezze" diverse. Ecco tutto. Il fine dei radiohead non è quello di Mozart, per cui ciò che esce risulta imparagonabile. I radiohead (cito loro perchè mi stanno simpatici, ma potremmo dire il 99% della musica pop), non vogliono creare qualcosa di perfetto, vogliono semplicemente esprimersi in quel modo e toccare determinati argomenti. E ne esce qualcosa di imperfetto, critiabilissimo secondo il "criterio colto", ma non secondo il loro. Sinceramente, sono risucito ad apprezzare a pieno la musica classica, il jazz e i fenomeni di massa. Si può fare! si può avere " l' 1.0, il 2.0 e il 3.0 " in una botta sola. E basta cambiare filtro a seconda delle proprie esigenze. I Radiohead, hanno fatto quel singolo, creep. La prima volta che l'ho sentito, l'ho subito sentito mio. E questo, solo perchè il cantante urla: "What the hell am I doing here?
    I don't belong here". Quella frase, in quel peiriodo mi ha colpito particolarmente, perchè sfiorava qualche tasto sensibile nella mia mente. Così come De Andrè, Luigi Tenco, i Queen ecc... in determinati periodi li ho ascoltati perchè mi dicevano cose familiari. Ci sarebbe da fare tutto un discorso su cosa significhi la musica partendo dalla radice e di come si sia evoluto il pensiero nell'arco dei secoli... Ma per me lo "snobismo" è sinonimo di chiusura mentale, e la chiusura mentale non fa bene all'ascolto e alla mente. Che si tratti di destra o sinista, occorre vedere tutto ciò che c'è di buono sia da un lato che dall'altro. B. Giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tenco una minchia tanta, Tenco una minchia accussì :D

      Elimina
    2. Tornando a bomba, il modello nella sua versione definitiva. Non penso che ci siano errori, a parte Metallica e Led Zeppelin con cui forse sono più di qua che di là.

      Elimina
  6. Come sta andando con Wind Waker? A che punto sei?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono al terzo piano del bosco maledetto.

      Elimina
    2. Non solo amazon, ma anche euronics ora vende la premium pack a 170 euro...

      Elimina