sabato 22 febbraio 2014

L'heavy metal ed il terzo livello

Studente di ascoltaepentiti durante i test della prima versione del sito 


Rainbow in concerto

Satriani, Vai, Petrucci - la scelta metal di ascoltaepentiti per il terzo livello


Mi sono arrivate molte domande sul metal (o come si diceva una volta, heavy metal). Ovvero cosa ne penso del metal e come si inquadra nel metodo ascoltaepentiti.


Ho passato metà della mia vita ad ascoltare artisti che vengono considerati "metal" quindi non credo faccia troppo male ;) però ci sono da fare dei distinguo e delle precisazioni.  Perché in effetti secondo me la parola indica un insieme estremamente eterogeneo di artisti e stili musicali. E quindi la risposta alla domanda "Il metal è compatibile con il metodo ascoltaepentiti?" non c'è.

Infatti c'è una cosa che mi imbarazza del mondo "metal", ovvero il fatto che gli appassionati del genere declinano nuovi sotto-generi ogni 3 giorni. Se si va sulla pagina wikipedia dedicata ai sottogeneri del metal in lingua inglese ci sono 28 macrovoci, ognuna delle quali richiama ad altre suddivisioni.

Ebbene, a mio parere, non solo queste suddivisioni non hanno senso, ma persino il genere genitore, l'heavy metal... non ha ragione di esistere.

A mio avviso, il metal non è un genere musicale. Il suonare con l'intento di esprimere  aggressività tramite suoni di chitarra distorta non è sufficiente per modificare il genere musicale di un artista.
E l'etichetta metal viene attaccata a musicisti che stimolano il terzo livello di percezione, così come a musicisti che ne sono totalmente estranei.

Tra quelli compatibili avremo musicisti blues-rock (Deep Purple/Rainbow, Iron Maiden, Black Sabbath, Joe Satriani, Queen...), musicisti di rock progressivo (Steve Vai, Ayreon, Dream Theater, Cacophony...), o anche  tanti musicisti fusion dai suoni duri (Steve Morse, Liquid tension experiment, Allan Holdsworth, il Frank Zappa più duro, Frank Gambale,  volendo alcuni dischi dei King Crimson...).

Fra quelli incompatibili avremo musicisti di rock al secondo livello (riff slegati fra loro o legame molto debole fra le parti come era nei Led Zeppelin). I primi che mi vengono in mente sono  Metallica, Kiss, AC/DC. E fate attenzione perché la maggior parte dei gruppi metal rientra in questa categoria (il secondo livello di percezione).


Così come molta musica heavy metal è talmente compressa e frammentata (sfocia nel rumore bianco) da essere in pratica rock alternativo al primo livello di percezione.  Mi è capitato spesso di ascoltarla ma non mi sono mai preoccupato di appuntarmi qualche nome. Mi vengono in mente i Carcass, ma non voglio verificare :)


Di solito quando predominano i soli dei chitarristi (diversi chitarristi metal studiano teoria musicale e sono al terzo livello di percezione) è più probabile che il gruppo heavy metal sia compatibile, quando prevalgono i riff è più probabile che non sia compatibile.

Per cui in generale nel metodo ascoltaepentiti il metal NON FUNZIONA, però se amate (come me) le sonorità dure avrete di che divertirvi (anche perché di fatto la maggior parte dei musicisti jazz, sia chitarristi che sassofonisti che ascolto ha sonorità dure, violente ed esprime aggressività).

Nelle varie liste che trovate sopra ci sono diversi dischi metal che considero compatibili con il programma. Siccome non sono un cultore del genere, accetto volentieri suggerimenti.



1 commento:

  1. A proposito di DT, l'ultimo omonimo mi sembra il primo interessante dai tempi di Octavarium.

    RispondiElimina