giovedì 16 febbraio 2012

un altro genio italico

Per il bene della musica italiana, in questa sera di San Remo, voglio ricordare quello di cui siamo capaci ....

E quindi mi sparo i capricci di Paganini prima di andare a dormire.
I capricci furono una composizione atipica di Paganini... infatti la dedicò agli artisti gli unici capaci sia di interpretarli che di ascoltarli. Infatti purtroppo i virtuosi spesso facevano musica stupida e veloce per compiacere il popolino... alla John Petrucci o alla Malmsteen per intenderci... e solo quando avevano un pubblico selezionato potevano dedicarsi all'arte.

Interprete l'ottimo Massimo Quarta... il cd è stato registrato da Amadeus e questo mi fa ricordare che i dischi migliori della mia collezione li ho comprati in edicola o nel cestone degli scarti dei centri commerciali...

Ricordo un Luigi Nono - Come una ola de fuerza y luz che comprai ad un mediaworld di una città di provincia per 5 euro :)




Nessun commento:

Posta un commento